Bonus bici, dal 3 novembre via alle richieste. Purtroppo ci sarà il “clic day”: i più veloci avranno più probabilità

Nonostante l’aumento fino 210 milioni di euro per il bonus bici , il temuto clic day ci sarà, nonostante sia sempre stato escluso dal ministro Costa.

Il 3 novembre è la data di partenza per ottenere il bonus bicicletta.

I fondi per finanziare il bonus è passato da 120 a 210 milioni di euro.

Purtroppo nonostante questo aumento, la modalità scelta dal ministero dell’Ambiente, per ottenere il così tanto atteso bonus, per l’acquisto di bici elettriche sarà il discusso “clic day“, fino ad oggi sempre escluso dal ministro Sergio Costa .

Invece le richieste saranno accolte fino ad esaurimento dei fondi, ciò significa che i più veloci ad inserire la domanda avranno più possibilità di ottenere il rimborso.

Quindi per logica farà fede la data di inserimento della richiesta e non quella del documento di acquisto, quindi è importante prepararsi ad accedere alla procedura in modo veloce e inserendo con correttezza i dati

Noi della Miele bici elettriche , consigliamo 3 cose fondamentali per velocizzare la pratica del bonus bici elettriche

  • Attivare prima del 3 novembre un’identità SPID(Sistema Pubblico di Identità Digitale),  
  • Scannerizzare la fattura dell’acquisto e salvare il documento in formato pdf
  • Avere le coordinate bancarie alla mano , per ricevere il rimborso.

Le richieste per il bonus bici o buono mobilità, sarà del 60% fino ad un massimo  di 500 euro per chi ha acquistato una bici elettrica e sarà erogato dal 3 novembre .

Vale per tutte le bici acquistate dal 4 maggio al 3 novembre 2020.

Quanto detto fino ad ora riguarda la prima fase 

Passiamo alla seconda fase del bonus bici 

Questa è destinata a coloro che devono ancora fare l’acquisto.

In questo caso sarà erogato, direttamente dalla piattaforma del ministero dell’Ambiente, un buono spesa digitale che dovrà essere speso entro 30 giorni e comunque non oltre il 31 dicembre.

Non tutti i rivenditori sono obbligati ad accettare il bonus, dato che l’adesione è su base volontaria. Noi della Miele bici elettriche a pedalata assistita, aderiremo

Possono fare domanda per il bonus bici elettriche tutti i cittadini maggiorenni, che abbiano la residenza nei comuni con una popolazione che superi i 50 mila abitanti, quelli dei capoluoghi di Regione, dei capoluoghi di Provincia e delle Città metropolitane.

Il bonus bici sarà pari al 60% dell’importo della fattura e in ogni caso, non superiore ai 500 euro .

Il buono può essere richiesto una sola volta.

buono bici elettrica

Miele bici elettriche di qualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *