Cosa puoi fare con le Miele bici elettriche a Nizza ? Clicca sulla foto

Cosa puoi fare con le Miele Bici elettriche a Nizza  ? Vediamolo insieme grazie anche alla foto inviataci dal nostro amico e cliente Ezio

Bici elettriche a Nizza…ovviamente Miele, con il potente motore 48 volt e potenze che vanno da 250 watt a 500 watt si possono superare senza alcun problema anche le salite più impegnative.

Visitare Nizza in sella alle bici elettriche  Miele Px-20 Fat S  

Vediamo quali:

Place Massena

Place Massena è una piazza molto ampia e molto bella e ristrutturata da poco

E il fulcro della città e da questa si può accedere alla città vecchia ma anche dirigersi verso lo splendido mare per vedere la Promenade des Anglais.

La piazza e caratterizzata da strutture particolari, come “La Conversazione“, una struttura formata da 7 pali con in sommità 7 opere d’arte moderna realizzate dal famoso scultore spagnolo Jaume Plensa.

Come si evince dal nome, esse hanno lo scopo di raffigurare i 7 continenti che dialogono tra essi ed hanno le sembianze di piccoli Buddha

Di sera invece Place Massena con la sua illuminazione diventa magica, ogni statua assume un colore diverso e siccome la piazza si trova vicino la Promenade du Paillon è ancora più spettacolare, poiché l’acqua delle fontane si illumina con i colori della bandiera francese.

Insomma, oltre alla comoda bici pieghevole elettrica Miele portate con voi anche la macchina fotografica !

Parti con una bici elettrica pieghevole Miele scopri i prezzi e le offerte delle nostre bici a pedalata assistita

bici elettriche a nizza

Bici Elettrica da Parma il nostro amico e cliente Lorenzo

Da Parma Il Nostro amico e cliente con una Bici elettrica Miele

Ho pensato alla bici elettrica Px-20 sx, per spostarmi in cantiere, visto l’estensione, devo dire che ho fatto una scelta azzeccata, bicicletta confortevole ottima autonomia per spostamenti davvero rapidi. Tutti la guardano e chiedono…….davvero bella anche esteticamente oltre che nella sostanza. E Bravo Ciro, disponibilissimo e cortese.

                                                                                                                                    Lorenzo da Parma